Questo pomeriggio abbiamo fatto un volantinaggio all’interno dell’Aeroporto di Caselle a Torino per rendere nota ai fruitori dei servizi dell’aeroporto la situazione che vede da troppo tempo i lavoratori utilizzati negli appalti di handling, spesso immigrati, come in questo caso, unici soggetti a pagare il prezzo del circolo vizioso e torbido degli appalti.

Il volantino che vedete in allegato è stato anche consegnato direttamente dai nostri delegati alla nostra segretaria Susanna Camusso.

“ I DIRITTI NON SI APPALTANO” “ LA FILT CGIL SOSTIENE LA PROPOSTA DI LEGGE SUGLI APPALTI”

In attesa di ricevere le schede dalla camera del Lavoro di Torino per la raccolta delle firme della nostra proposta di legge sugli appalti,

la nostra categoria è già fortemente impegnata in questa iniziativa e ha cominciato proprio con la manifestazione del 25 novembre a Roma con le magliette e le pettorine con la scritta

“ I DIRITTI NON SI APPALTANO” “ LA FILT CGIL SOSTIENE LA PROPOSTA DI LEGGE SUGLI APPALTI”

Come è noto, l’iniziativa si propone di:

  • tutelare i trattamenti retributivi e previdenziali dei lavoratori attraverso la responsabilità in solido;
  • contrastare l’illegalità e le infiltrazioni malavitose, reintroducendo gli indici di congruità a garanzia dei livelli occupazionali;
  • contrastare il massimo ribasso e reintrodurre il rispetto della clausola sociale nei campi di appalto;
  • escludere dalle procedure di appalto le imprese che abbiano violato gli obblighi contrattuali.

E’ altrettanto evidente che tale iniziativa è parte integrante e significativa di una strategia inclusiva e di lotta al precariato, che vuole essere uno degli assi centrali della politica contrattuale e per lo sviluppo perseguita dalla Cgil. Altresì, essa si connette alle campagne promosse dalla stessa Confederazione, a partire da quella su LEGALITA’: una svolta per tutte!

Infine, attraverso questa iniziativa, la Cgil intende contribuire al lavoro parlamentare sul recepimento delle Direttive Europee in materia di appalti e che porterà alla riscrittura delle norme in materia.

Dopo l’avvenuta presa d’atto da parte della Corte Suprema di Cassazione della costituzione del comitato promotore e relativa pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, può essere avviato il lavoro per la raccolta delle firme, che dovrà svolgersi entro un lasso di tempo di 6 mesi dal suo formale inizio.

L’obiettivo che ci proponiamo, in questo caso, è di raccogliere 300.000 firme.

Torino, 19/12/2014      volantino_aeroporto

CCNL Trasporto Aereo. Accordi firmati con le Associazioni Datoriali:
2 agosto 2013 – Parte Generale
27 maggio 2013 – Assocontrol, sezione specifica servizi ATM diretti e complementari
16 luglio 2014 – Assaereo sezione specifica vettori
16 luglio 2014 – Integrativo Gruppo Alitalia-CAI

31 luglio 2014 – Verbali di accordo allegati al CCNL del Trasporto Aereo parte specifica Assocatering relativi a:
– Parte Generale;
– Erogazione dell’”una tantum”;
– Protocollo sulla disciplina del mercato del lavoro;

31 luglio 2014 -Verbali di Accordo allegati al CCNL del Trasporto Aereo relativi a:
– Protocollo sulla gestione condivisa delle crisi aziendali;
– Clausola di salvaguardia armonizzazione CCNL/Contratti aziendali.

Normativa comunitaria
Direttiva 96/67/EC, 15 ottobre 1996 relativa all’accesso al mercato dei servizi di assistenza a terra negli aeroporti della Comunità

Normativa nazionale
Legge n. 91, 4 giugno 2010  Ratifica ed esecuzione dell’Accordo multilaterale tra la Comunità europea e i suoi Stati Membri relativo all’istituzione di uno spazio aereo comune europeo
Decreto Legislativo n. 96, 9 maggio 2005  Revisione della parte aeronautica del Codice della Navigazione, a norma dell’art. 2 della Legge 9 novembre 2004, n. 265
Decreto Legislativo n. 18, 13 gennaio 1999  Attuazione della direttiva 96/67/CE relativa al libero accesso al mercato dei servizi di assistenza a terra negli aeroporti della Comunità

19 settembre


Sezione specifica Assaeroporti. Nella tarda serata di ieri è stata raggiunta una INTESA DI MASSIMA, per il rinnovo del CCNL del Trasporto Aereo, parte specifica Assaeroporti. La parte economica è in linea con i rinnovi già realizzati. L’intesa di massima richiede un completamento del lavoro di stesura anche della parte normativa che si svolgerà nel corso della prossima settimana.
E’ già stato fissato, il giorno 1 ottobre prossimo, l’incontro per la possibile firma dell’intesa sulla sezione specifica Assaeroporti del CCNL.
Per permettere una valutazione condivisa, è prevista, per la prossima settimana, una riunione delle strutture regionali e territoriali interessate.

15 settembre


Sezione specifica Assaeroporti. Nuovo rinvio dell’incontro per la ripresa della trattativa per il rinnovo del CCNL del Trasporto Aereo.

2 settembre


Sezione specifica Assaeroporti. L’incontro per la ripresa della trattativa per il rinnovo, già previsto per il giorno 8 settembre 2014, è stato rinviato al prossimo 11 settembre.

7 agosto


Sezione specifica Assaeroporti. Le Segreterie Nazionali sono state convocate per la ripresa della trattativa per il rinnovo della parte specifica del Ccnl.

31 luglio


Sezione specifica catering Raggiunta oggi in Assocatering  l’intesa per la sezione catering del CCNL del Trasporto Aereo.
Un altro passo fondamentale nella definizione del CCNL dell’industria del Trasporto Aereo. L’intesa arriva dopo quella definita per i servizi ATM raggiunta in Assocontrol e quella relativa ai vettori definita con Assaereo.
Mentre rimangono ancora aperti i tavoli con Fairo, Assaeroporti e Assohandlers e in mancanza di segnali inequivocabili nelle prossime ore, sarà necessario assumere iniziative per sollecitare la definizione anche di quelle sezioni.
Il lungo negoziato anche con Assocatering ha prodotto un esito importante. A differenza del passato, i lavoratori del catering aereo entrano a pieno diritto nel CCNL acquisendo gli stessi diritti dei lavoratori degli altri segmenti della filiera. Stessa parte generale, stessa normativa, stesso incremento retributivo medio pari a 120 €; l’attivazione della polizza sanitaria integrativa a carico delle aziende; l’accesso alla previdenza integrativa per i lavoratori con contratto a termine.
Un impianto di regole omogeneo con quello delle altre sezioni, compresa l’attestazione a 38 ore e mezza dell’orario di lavoro settimanale.
FILT-CGIL FIT-CISL e UGLTA hanno sottoscritto l’accordo con Assocatering, mentre la Uilt, alle prese con tematiche che nulla hanno a che vedere con i lavoratori, con i diritti e i contratti, dopo aver partecipato con un proprio rappresentante alla riunione ha comunicato su indicazione della propria segreteria la decisione di abbandonare la riunione riservandosi di firmare l’intesa nelle ore successive senza indicare alcuna motivazione di merito.
Cosi come già avvenuto per la sezione Assaereo l’intesa è valida ai sensi del testo unico su rappresentanza e democrazia sindacale vista la esigua rappresentatività della uilt nel comparto.

Pubblichiamo inoltre i verbali di accordo allegati al CCNL del Trasporto Aereo parte specifica Assocatering relativi a:
Parte Generale;
Erogazione dell'”una tantum”;
Protocollo sulla disciplina del mercato del lavoro;

Verbali di Accordo allegati al CCNL del Trasporto Aereo relativi a:
Protocollo sulla gestione condivisa delle crisi aziendali;
Clausola di salvaguardia armonizzazione CCNL/Contratti aziendali.

24 luglio


Sezione specifica catering. Presso la nuova sede di Assocatering Aeroporto di Fiumicino si è tenuta una lunga intensa giornata di trattative.
Preso atto dell’assenza della delegazione della uilt, Assocatering e FILT CGIL, FIT CISL, UGLT hanno ripreso il confronto per la stipula della sezione catering del CCNL del Trasporto Aereo.
Il negoziato è giunto ormai alle battute conclusive ed entrando nel merito di questioni molto importanti oggi ha più volte rischiato la rottura.
Sono state necessarie diverse sospensive per superare le difficoltà emerse, per lo più da una parte della delegazione datoriale.
I temi che hanno scatenato la frizione sono in particolar modo relativi all’orario di lavoro e alla parte economica.
Dopo aver rischiato la rottura del negoziato e l’avvio della mobilitazione, dopo una ennesima sospensiva di oltre un ora il confronto si è riattivato sulla base accettata dalla delegazione di Assocatering circa la necessità di uniformare sia l’orario di lavoro che l’aumento retributivo per tutta l’industria del Trasporto aereo. Cosi come accettato la scorsa settimana da Assaereo.
Si è quindi lavorato per la definizione dei testi di parte normativa giungendo ad una condivisione di massima. Registrando positivamente l’accoglimento di alcune rivendicazioni come l’ampliamento della previdenza complementare anche ai ctd.
Terminato questo lavoro positivamente, abbiamo confermato le richieste circa l’aumento medio di 120 €, l’attestazione a 38,30 dell’orario di lavoro, la stipula di una polizza sanitaria integrativa oltre che la condivisione sui protocolli comuni a tutte le sezioni per le clausole di salvaguardia di miglior favore e per la gestione delle crisi aziendali escludendo licenziamenti accedendo all’istituto delle deroghe a termine.
Al termine della riunione ci si è aggiornati al prossimo giovedì 31 con la comune idea di provare a raggiungere l’ intesa conclusiva.

18 luglio


CCNL Trasporto Aereo. Di seguito il riepilogo degli accordi firmati con le Associazioni Datoriali nel percorso di condivisione del CCNL del Trasporto Aereo:
Parte Generale (2 agosto 2013)
Assocontrol, sezione specifica servizi ATM diretti e complementari (27 maggio 2014)
– Assaereo sezione specifica vettori(16 luglio 2014)
– Integrativo Gruppo Alitalia-CAI (16 luglio 2014)

17 luglio


Sezione specifica vettori. Raggiunta l’intesa con Assaereo per la sezione vettori del CCNL del Trasporto Aereo. Si è conclusa oggi presso il Ministero dei trasporti la trattativa per la sezione vettori del CCNL del TA .
I contenuti sono coerenti con la piattaforma unitaria e con l’intesa sulla parte generale raggiunta il 2 agosto del 2013, l’accordo si applica alle tre categorie del personale impiegato dalle compagnie aeree che operano in Italia: Assistenti di volo; Piloti e Personale di terra
Un momento davvero importante per il trasporto aereo italiano. Un altro tassello si aggiunge al completamento della costruzione del CCNL, strumento di regolazione necessario ad impedire il dumping contrattuale in atto da molti anni.
L’accordo per la sezione vettori segue quello raggiunto a maggio per la sezione ATM (assistenza al volo) raggiunto con Assocontrol e precede di qualche settimana quelle in via di definizione che riguardano le altre Associazioni datoriali del settore.
I contenuti principali dell’intesa saranno presto disponibili sul sito sono dal punto di vista normativo omogenee al resto del settore; per la parte retributiva portano a regime un aumento di 120,00 € medi per il personale di terra e circa il 7% medio per il personale navigante con decorrenza maggio 2015 e luglio 2016 per entrambe le categorie. Un insieme di normative che colma il vuoto che ha permesso a molte compagnie aeree di regolare i rapporti di lavoro con il proprio personale con regolamenti unilaterali e a volte con la complicità di “associazioni aziendali”.
L’intesa è stata sottoscritta dalla FILTCGIL e dalla FITCISL. Le altre due Organizzazioni presenti al tavolo: uilt e ugltaereo pur dichiarando condivisione circa i contenuti hanno preferito non sottoscrivere immediatamente l’intesa.
Il motivo è la richiesta avanzata al tavolo da parte della uilt di dare, solo per la sezione vettori, una veste formale “aziendale”all’intesa da applicare alla sola Alitalia. Una richiesta davvero bizzarra ed in piena contraddizione con le previsioni della contrattazione nazionale, con le intese raggiunte, con la piattaforma unitaria e con la, unitariamente sottoscritta, parte generale dello stesso CCNL.
Di difficile comprensione la richiesta non è stata accettata dal resto delle parti presenti al tavolo. Ciò ha portato la delegazione uglt presente al tavolo in assenza del loro segretario nazionale, a prendere tempo, auspicando a breve la sottoscrizione unitaria dell’intesa di tutte le parti e riservandosi, pur comunicando piena adesione ai contenuti del CCNL.

16 luglio


Sezione specifica vettori. Altra intensa giornata di trattative presso il Ministero dei Trasporti.
E’ il giorno in cui sciogliamo la riserva. Insieme alla CGIL confermiamo il nostro giudizio negativo sull’accordo quadro che licenzia 1750 lavoratori, che non può raccogliere il nostro consenso e la nostra firma. Con determinazione continuiamo a pensare e proporre una strada diversa, proteggendo i lavoratori con gli strumenti disponibili di tutela occupazionale.
Nella stessa sede prosegue anche il confronto con Assaereo per la definizione del CCNL sezione vettori e con Alitalia sulla richiesta confermata di 31 milioni di euro/ anno di contributo del costo lavoro, per garantire la continuità aziendale fino al matrimonio con Etihad.
Su questo versante registriamo un posizionamento contraddittorio della uilt che, dopo aver avviato oltre due anni fa il confronto per la stipula del CCNL del T.A., dopo aver sottoscritto unitariamente: a dicembre del 2012 l’accordo in sede governativa al tavolo del trasporto aereo; il 2 agosto 2013 la parte generale dello stesso CCNL; il 27 maggio la sezione Assocontrol,; rivendicando e negoziando la chiusura degli accordi per le sezioni Assohandlers; Assaeroporti; Fairo; Assocatering tutte in dirittura di arrivo, improvvisamente e solo per la sezione Assaereo afferma di non volere più il CCNL.
E’ un comportamento privo di argomentazioni di natura sindacale, che ha enormi punti di contatto con scelte negoziali non condivisibili compiute dalla uilt. Insieme ad alcune associazioni professionali aziendali infatti ha definito nel corso degli ultimi mesi una serie di pessimi accordi aziendali a danno dei lavoratori in Compagnie aeree che hanno ottenuto di ridurre strutturalmente le condizioni mauilt. Insieme ad alcune associazioni professionali aziendali infatti ha definito nel corso degli ultimi mesi una serie di pessimi accordi aziendali a danno dei lavoratori in Compagnie aeree che hanno ottenuto di ridurre strutturalmente le condizioni materiali dei lavoratori di AirItaly per esempio, di Mistral, etc.
Siamo di fronte a scelte che hanno poco a che fare con la regolazione del settore, men che meno con i diritti dei lavoratori da anni alle prese con operazioni di dumping selvaggio che solo un CCNL può impedire.
Abbiamo ribadito quindi che per noi c’è solo una strada praticabile. La stipula del CCNL ( comprensivo degli aumenti per tutte le categorie) senza il quale non è possibile aggiungere l’ennesimo sacrifico sul costo lavoro dei dipendenti alitalia.
L’ennesima notte è volata via su queste questioni. Ci aspetta tra poche ore la ripresa del confronto.


Sezione specifica Assocatering. Prosegue la trattativa per il rinnovo del CCNL del Trasporto Aereo, parte specifica Assocatering.

7 luglio


Sezione specifica Assaeroporti. Nel corso della riunione, finita a tarda notte, si è determinato un avvicinamento delle posizioni con la presentazione da parte datoriale per la verifica dei testi di diversi istituti contrattuali. Alcuni di questi:
– superamento ex art 23 con cui definire il superamento del contenzioso diffuso salvaguardando le intese raggiunte a riguardo sul territorio, consolidamento della previdenza integrativa, apertura prev integrativa anche al personale con contratti a termine, istituzione della polizza integrativa sanitaria contrattuale.
– Orario di lavoro (38,30 in tutta l’industria del TA per il personale di terra) aliquota oraria e giornaliera; rafforzamento garanzie clausola sociale istituzione commissione inquadramento per la completa rivisitazione dello stesso e l’inserimento delle nuove figure es. varchi sicurezza) il lavoro deve proseguire nelle prossime riunioni con particolare riferimento a: – trasformazione ex festività in giornate ROL – arretrati/una tantum – adeguamento minimi – mercato del lavoro con particolare riferimento a ctd e part time

4 luglio


Sezione specifica FAIRO. Prosegue la trattativa per il rinnovo del CCNL parte specifica Fairo. Nel comunicato unitario la sintesi dell’incontro.